Al via l’edizione numero 93 di Pitti Uomo

Al via l’edizione numero 93 di Pitti Uomo
8 gennaio 2018 Fashion Ph
Abbigliamento uomo al pitti 2018

Prenderà il via martedì 9 gennaio l’edizione numero 93 di Pitti Uomo, che vedrà la presenza di più di 1200 marchi: il salone per l’abbigliamento maschile 2018 sarà impreziosito da ben 541 brand stranieri, pari al 44% del totale, con l’abilità del direttore creativo Sergio Colantuoni che renderà ancora una volta il piazzale della Fortezza il punto di riferimento mondiale della moda. I 60mila metri quadri della Fortezza da Basso saranno suddivisi in 14 sezioni, per un salone che offrirà un percorso nel settore fashion a 360 gradi. Più di 30mila i visitatori attesi dagli organizzatori, con il set di Pitti Live Movie e il Palazzo del Cinema e delle Vanità Maschili destinati a catturare l’attenzione.

 

Tra i tanti nomi, vale la pena di menzionare quelli di Fratelli Rossetti, di Karl Lagerfeld, di Del Carlo, di Guerrilla Group, di Denham the Jeanmaker, di Superdry e di Daniel Patrick. Rientrerà in Fortezza anche il brand Corneliani, mentre esordiranno Bruno Manetti Cashmere e Major Giovanni Allegri. La nuova sezione di Athlovers desta molta attesa in Polveriera: si tratta di un progetto speciale incentrato su una dimensione del vivere nuova che supera lo sport. Il 10 gennaio a Palazzo Vecchio andrà in scena una sfilata che celebrerà il 200esimo compleanno di Brooks Brothers: il brand di Claudio Del Vecchio ha scelto Firenze e Pitti Uomo per raccontare a tutti il successo ottenuto grazie a camicie botton down e blazer blu.

 

Un tocco di Oriente, invece, valorizzerà la Leopolda con la sfilata in contemporanea di Takahiromiyashita The Soloist e Jun Takahashi, due creativi giapponesi che non hanno bisogno di presentazioni: il disegnatore di Undercover e il suo amico più giovane daranno vita a due show consecutivi destinati a enfatizzare le bellezze del Made in Japan.

 

Ma la lista dei progetti da scoprire in vista delle nuove tendenze moda Pitti 2018 non si esaurisce certo qui: Luca Magliano per Magliano, gli stilisti ospiti della Finlandia, Dorian Stefano Tarantini per M1992 e le prove di Concept Korea sono solo alcune delle promesse che vale la pena di esplorare, insieme con la collezione di Karl Lagerfeld alla sala dell’Orologio, la sfilata di Tokyo Fashion Award, il ritorno a Pitti Uomo di Paul & Shark e il debutto fiorentino, al Teatro Niccolini, di Les Benjamins, brand in arrivo dalla Turchia che regala atmosfere mediorientali. Da non dimenticare, infine, le calzature artigianali di Fanga, all’insegna della manualità migliore.